7 June, 2020
 

Architettura e moda: Murakami e Abloh a Beverly Hills

Murakami e Abloh hanno creato una collaborazione artistica, mediatica e produttiva con dipinti a strati, sculture di grandi dimensioni e la fusione dei rispettivi marchi e marchi. Figure che spingono contro i parametri della moda, dell’arte e della cultura popolare, intersecando provocatoriamente le linee tra di loro.

Nella sua opera, Murakami attinge a fonti diverse come la pittura classica giapponese, la sottocultura otaku, la teoria dell’arte occidentale, il cinema di Hollywood e l’hip-hop. La sua produzione artistica si riversa nella moda, nel cinema e nelle merci commerciali, sia lussuose che economiche, evitando divisioni tra l’arte alta e la cultura popolare.

Abloh invece, come architetto e ingegnere, lavora sulla moda, architettura, performance e prodotti di consumo, spesso decostruendo il processo creativo in pubblico per sfidare e analizzare i sistemi estetici esistenti e la loro distribuzione. Il suo marchio di streetfashion OffWhite, che ha fondato nel 2013, combina la sartoria convenzionale con riferimenti più sovversivi, mentre il suo ruolo di direttore artistico del menswear di Louis Vuitton colloca il suo attuale lavoro di design in dialogo con le celebri collaborazioni di Murakami con Vuitton, a partire da 2002.

Per “AMERICAN TOO” Murakami e Abloh hanno prodotto opere in cui i loro rispettivi stili e marchi si intersecano in un flusso di mashup punk a ruota libera. I due artisti, spiriti affini provenienti da diversi settori di una più ampia zona culturale, riflettono incisivamente sui segni dei tempi attuali mentre lavorano per sconvolgere le stratificazioni della produzione culturale.

Una serie di nuovi dipinti prende in prestito i motivi delle storie di lavoro individuali di Murakami e Abloh e li combina con le immagini storico-artistiche. Le frecce distintive dell’etichetta Off-White di Abloh sono sovrapposte all’iconico fiore arcobaleno di Murakami, tele stencate in gradazioni di colore e immagini di Mr. DOB, il personaggio estroso che è diventato la prima creazione di firma di Murakami ispirata a personaggi di anime e manga.

L’Autoritratto da giovane di Bernini (1623) si dissolve in un vortice di colori psichedelici, in cui le tracce di Mr. DOB trasformano la silhouette giovanile dell’artista barocco. Una serie di sculture composte dal marchio di fabbrica di ciascun artista diventa sovradimensionata, lucida e quasi minacciosamente ottimista. Ripetono le iterazioni di plastica su scala umana del fiore e le frecce, questa volta in media tridimensionale.

Takashi Murakami è nato nel 1962 a Tokyo, dove vive e lavora. Le collezioni includono il 21st Century Museum of Contemporary Art, Kanazawa, Giappone; Museum of Contemporary Art, Chicago; Museo di arte contemporanea, Los Angeles; Museum of Fine Arts, Boston; Museo di arte moderna di San Francisco; e Museum of Modern Art, New York. Le mostre istituzionali recenti includono Murakami Versailles, Château de Versailles, Francia (2010); Murakami: 500 Arhats, Mori Art Museum, Tokyo (2015); Murakami di Murakami, Astrup Fearnley Museet, Oslo (2017); The Deep End of the Universe, Albright-Knox Art Gallery, Buffalo, NY; Sotto Radiation Falls, Garage Museum of Contemporary Art, Mosca (2017); Il polpo mangia la sua gamba, Museum of Contemporary Art, Chicago (2017, ha visitato la Vancouver Art Gallery, Canada, e il Modern Art Museum di Fort Worth, TX, nel 2018). Murakami è il fondatore di Kaikai Kiki Co. Ltd., una società di produzione artistica e di gestione artistica, che produce sia il suo lavoro sia le sue funzioni come ambiente di supporto per artisti emergenti.

Virgil Abloh è nato nel 1980 a Rockford, nell’Illinois. Dopo aver conseguito una laurea in ingegneria civile, ha completato un master in architettura. Nel 2013 ha fondato la linea di abbigliamento Off-White, con sede a Milano, per la quale ha ricevuto il premio Urban Luxe del British Fashion Council nel 2017. A marzo, Louis Vuitton ha nominato Abloh il suo nuovo direttore artistico del menswear. Ha mostrato la sua prima collezione per Louis Vuitton durante la settimana della moda maschile di Parigi nel giugno 2018. Nel 2019, il Museum of Contemporary Art, Chicago, terrà una retrospettiva del suo lavoro, a cura di Michael Darling.

Fonte: Gagosian

 

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT