7 June, 2020
 

Arte, Materia e Luce di Tony Nicotra in mostra a Taormina

“La differenza tra l’artista e il resto dell’umanità sta nella consapevolezza che guida l’agire”. Probabilmente nessuna frase sarebbe più adatta a definire lo spessore artistico di Tony Nicotra, l’artista di Caracas che ama definirsi “italian quantum artist”.

Un percorso, quello di Nicotra, che parte dal restauro monumentale e si sostanzia di una ricerca oltre la superficie delle cose, entrando dentro la materia fino a coglierne l’essenza. Negli anni resta particolarmente affascinato dalla fisica quantistica che lo ha aiutato a sviluppare il suo linguaggio espressivo.

Nicotra  interviene sulla materia, diviene egli stesso energia creativa, sentendosi parte del tutto e avendo la capacità di rivelare ciò che gli altri non vedono. La sua è un’arte di materia, luce ed energia.

La mostra è patrocinata dal comune della città. L’ingresso è gratuito e consentito tutti i giorni dalle 10 a mezzanotte. Nicotra sarà presente alla mostra, pronto ad accompagnare chiunque voglia addentrarsi in questo mondo di frequenze, luci e colori.

Le parole di Serena Carlino, consulente artistica-Ea Editore Palermo, invogliano chiunque le legga a ritagliarsi un momento per fare visita a Taormina: “Le opere di Nicotra evocano vibranti sensazioni, giochi di luce, di colore si intersecano in un perfetto equilibrio compositivo e ci consentono di entrare in contatto con la parte più profonda del nostro io. Nei suoi magmi materici policromi l’infinito ed il finito s’incontrano trasportandoci in un vortice emozionale che tocca nel profondo l’animo di ciascuno di noi, in cui è possibile perdersi, per poi ritrovare una più profonda consapevolezza di sé.”

Written by

Napoletana, ma itinerante tra Napoli, Roma e Firenze. Nata nel 1994, si laurea in Economia e Commercio nel 2017 presso la Federico II di Napoli e tramite l’università inizia uno stage e una collaborazione con FIRSTonline. Attualmente sta proseguendo gli studi frequentando il corso magistrale in inglese “Development Economics”. Gli studi economici sono l’espressione di un’esigenza più forte: collaborare sul fronte sociale, rispondere alle esigenze dell’uomo e del pianeta. Gli interessi: scrivere, parlare lingue straniere, la cooperazione, il volontariato, la lettura e la fotografia

No comments

LEAVE A COMMENT