6 June, 2020
 

BIAF: Angelica e Medoro del pittore “imperiale” Pietro Benvenuti

Il dipinto dell’artista Pietro Benvenuti (Arezzo, 8 gennaio 1769 – Firenze, 3 febbraio 1844)è da ritenere un “ottimo lavoro giovanile” (Fornasari), databile tra il 1800 e il 1802, realizzato nell’Urbe, dove il nostro ha vissuto dal 1792 al 1804, anno in cui ricevette dalla Regina d’Etruria la nomina di Direttore e di Professore della Classe di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Olio su tavola, cm 70 x 70 
Entro la sua cornice originale in legno e pastiglia dorati, con passe-partout rotondo.
Firmato sul masso, in basso a destra: P. Benvenuti.f.
Scheda a cura di L. Fornasari.

Pubblicazioni

U. Viviani, Le opere del pittore aretino Pietro Benvenuti, in Arezzo e gli aretini. Pagine raccolte dal Dott. Ugo Viviani, Arezzo 1921, p.180.

L. Fornasari, Pietro BenvenutiEdifir, Firenze 2004, fig. n. 129.

Provenienza:

Il dipinto fu eseguito per un duca siciliano (Fornasari 2004, p. 151); collezione don Alessandro Borghese; Roma, collezione privata 

Esposizioni:

Il primo ‘800 italiano. La pittura tra passato e futuro. (Milano, Palazzo Reale 20 febbraio – 3 maggio 1992) a cura di R. Barilli, p. 134.

Pittore imperiale. Pietro Benvenuti alla corte di Napoleone e dei Lorena. (Firenze, Palazzo Pitti 10 marzo – 21 giugno 2009), a cura di L. Fornasari e C. Sisi, catalogo n. 45.

Share Post
Written by

Marika Lion, curatrice del magazine FIRST Arte. Specialista di arte XIX, XX secolo, contemporanea e mercato dell’arte. Opera nel settore dell’Art Heritage Management e nello specifico in area patrimoniale, collezionista e curatore di mostre d’arte. Docente universitario in Economia dell’Arte, Marketing e Comunicazione degli eventi culturali e strategie di comunicazione per la valorizzazione e promozione di patrimoni artistico culturali. Autore di libri e responsabile di collane editoriali dedicate all’arte.

No comments

LEAVE A COMMENT