5 July, 2020
 

Christie’s: Catherine Deneuve e Yves Saint Laurent, asta degli abiti dell’attrice francese

Il favoloso guardaroba dell’iconica attrice francese con pezzi di haute couture di Yves Saint Laurent, realizzati appositamente per lei da oltre 40 anni, viene messo all’asta di Christie’s a Parigi durante la Haute Couture Fashion Week. Meredith Etherington-Smith.
Per quasi mezzo secolo Catherine Deneuve, la stella del cinema luminosa e pluripremiata, e Yves Saint Laurent, lo stilista di fama mondiale, erano amici intimi. Nel 2002, in un evento in occasione del 40 ° anniversario della carriera di Saint Laurent in alta moda, l’attore francese gli disse: “La mia più bella storia d’amore è con te”.

Durante le sue sfilate di moda, Deneuve sedeva sempre in prima fila nella fila dei clienti privati, sostenendo la sua amica e indossando i suoi modelli couture, che lui aveva creato appositamente per lei. La star è stata la sua prima cliente nel suo nuovo negozio di Prêt-à-Porter, Rive Gauche, quando è stata inaugurata nel 1967, e rimasta la musa di Saint Laurent fino alla sua morte nel 2008.

Il 24 gennaio a Parigi, durante la Haute Couture Fashion Week, Christie’s metterà all’asta circa 130 delle insiemi di haute couture che YSL ha realizzato per il suo cliente privato preferito, insieme a diversi pezzi di Yves Saint Laurent Rive Gauche, con circa 170 ulteriori lotti offerti in uno speciale vendita online (23-30 gennaio).

La star e il couturier si incontrarono originariamente nel 1965, su suggerimento del marito di Deneuve, al momento, il fotografo David Bailey. “Sono stato invitato a essere presentato alla Regina Elisabetta”, ricorda, “e mio marito mi ha suggerito di chiedere a Yves Saint Laurent un abito da sera”.

Il ventiduenne è arrivato all’atelier di alta moda Saint Laurent in rue Spontini a Parigi con in mano una foto della sua collezione russa dell’anno precedente, che ha accettato di ricreare per lei. Quel lungo vestito di crepe bianco con un pannello di ricamo rosso è stato l’inizio di una lunga collaborazione e un’intima amicizia, che si è estesa ben oltre il suo ultimo spettacolo di couture nel 2002.

Il rapporto della coppia attraversò la carriera cinematografica di Deneuve quando Saint Laurent disegnò i costumi per uno dei film più celebri dell’attore, il classico di Louis Buñuel del 1967, Belle de Jour, seguito da La Sirène du Mississipi (Mississipi Mermaid), diretto da François Truffaut nel 1969 .

Tra i punti salienti della collezione – che comprende cappotti, abiti, abiti e accessori – c’è un vestito da sera con perline della YSL del 1969, couture primavera / estate, indossato da Deneuve quando ha incontrato Alfred Hitchcock lo stesso anno, in compagnia di François Truffaut. L’abito è stato successivamente esposto nella retrospettiva di Yves Saint Laurent nel 1993 al Metropolitan Museum of Art di New York.

“Ci scriviamo spesso”, ha detto la stilista alla rivista Elle nel 1992. “La chiamo” Catherine, dolcezza mia “, e lei manda me pallide rose.” Al funerale del designer nella chiesa di Saint Roch vicino al Louvre nel 2008, Deneuve ha letto un poema di Walt Whitman, che è stato trasmesso alla folla di 1.000 persone all’esterno attraverso uno schermo gigante.

La star e il couturier si incontrarono originariamente nel 1965, su suggerimento del marito di Deneuve, al momento, il fotografo David Bailey. “Sono stato invitato a essere presentato alla Regina Elisabetta”, ricorda, “e mio marito mi ha suggerito di chiedere a Yves Saint Laurent un abito da sera”.

Il ventiduenne è arrivato all’atelier di alta moda Saint Laurent in rue Spontini a Parigi con in mano una foto della sua collezione russa dell’anno precedente, che ha accettato di ricreare per lei. Quel lungo vestito di crepe bianco con un pannello di ricamo rosso è stato l’inizio di una lunga collaborazione e un’intima amicizia, che si è estesa ben oltre il suo ultimo spettacolo di couture nel 2002.

“La sua consumata serietà durante gli allestimenti, insieme al suo fascino timido fuori dall’atelier, ha reso tutti gli anni che abbiamo condiviso insieme in modo incantevole”, dice Deneuve. “La nostra silenziosa complicità, le nostre pazze risate e la nostra malinconia ci hanno uniti.

“Ho avuto il privilegio di avere accesso a questo mondo di lusso, di allenare il mio sguardo e il mio gusto al suo fianco. Mi ha vestito più volte nei film e penso che Belle de Jour, in particolare, debba molto a lui “. Catherine Deneuve ora vende la sua casa in Normandia dove ha conservato questa collezione unica e privata di couture e accessori Yves Saint-Laurent. “Questi sono i vestiti di un uomo così talentuoso che ha disegnato solo abiti per abbellire le donne”, dice della sua separazione da queste amate creazioni.

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT