6 July, 2020
 

Design in asta a New York, opere di maestri come Giacometti e Muthesius


Con la collezione di atelier artigianali “One of a Kind” di proprietà della collezione di Diane e Marc Grainer, oltre a opere di altre importanti collezioni private, questa vendita newyorkese comprende 150 lotti.

Tra i periodi chiave in questa categoria dei maestri dell’inizio del XX secolo, come Alberto Giacometti e Eckart Muthesius negli anni ’30, fino agli artisti di oggi, come Ingrid Donat e Marc Newson, la selezione delle opere da offrire attraverserà il secolo scorso in Design.

La credenza di Eckart Muthesius proviene da Manik Bagh Palace, uno degli interni più significativi del 20 ° secolo, da cui Phillips ha una storia di vendita di lavori di registrazione. La lampada da tavolo “Tête de femme” di Alberto Giacometti è un meraviglioso esempio che arriva sul mercato per la prima volta dopo essere rimasta in una collezione di famiglia dalla sua acquisizione negli anni ’40.

A guidare la vendita è la credenza importante, dal Maharaja della sala per banchetti di Indore, Manik Bagh Palace, Indore, progettata da Eckart Muthesius nel 1931..

Stima $200,000 – 300,000 

Questa credenza è una delle due progettate per la magnifica sala per banchetti di Manik Bagh, un palazzo in India il cui nome si traduce nel Giardino dei Rubini. Negli anni ’20, Muthesius aveva stretto amicizia con il Maharaja Yeshwant Rao Holkar II mentre i due studiavano a Oxford. Quando il Maharaja tornò in India, partì per costruire un nuovo palazzo modernista chiamato Manik Bagh, chiedendo a Muthesio di collaborare con lui al progetto. Particolarmente all’avanguardia per l’India, costruita e arredata con pezzi realizzati con materiali industriali, il grande palazzo è stato un punto di riferimento del fiorente modernismo. Questa credenza, tra gli altri pezzi progettati da Muthesius per il Manik Bagh Palace, incarna le forme semplici e funzionali di quell’epoca del design.

La lampada da tavolo “Tête de femme” di Alberto Giacometti sarà inoltre proposta come punto culminante dell’asta. Conosciuto per le sue rappresentazioni scultoree della forma umana, in questo lavoro Giacometti ha esplorato la femminilità attraverso il busto stoico di una donna. Questa è la prima volta che questo lavoro sarà offerto all’asta.

Tête de femme” table lamp
Stima $130,000 – 150,000 

Un raro tavolo da scacchi disegnato da Isamu Noguchi e prodotto da Herman Miller presenterà anche una rara opportunità per i collezionisti. L’artista giapponese-americano ha concepito il suo disegno biomorfo quando è stato invitato a partecipare alla mostra “Imagery of Chess” alla Julien Levy Gallery di New York, punto in cui Noguchi era già un affermato artista e designer. “Imagery of Chess” ha esplorato il discorso che circonda gli scacchi, un gioco legato a un passato più lento e più ritualistico e al suo rapporto con l’epoca moderna a ritmo serrato. Gli scacchi sono una piattaforma sulla quale gli intellettuali possono mostrare la loro intelligenza mentale e la piattaforma fisica, il tavolo disegnato da Noguchi, è pensata per riflettere questo.

Una forte selezione di opere di Harry Bertoia sarà anche presentata nell’asta, che copre una varietà di media. Il gruppo comprende due sculture cinetiche, una scultura in legno e acciaio, una scultura in bronzo e una delle sue famose sculture sonore “Sonambient”.

Inoltre uno squisito Commode Galuchat progettato da Ingrid Donat. Nato in una famiglia di artisti, Donat è nato a Parigi e poi cresciuto in Svezia, tornando a Parigi nel 1975 per frequentare l’École des Beaux Arts. La comò Galuchat, prodotta nel 2014, mostra l’interesse di Donat per il modello.

Il tavolo “Event Horizon” di Marc Newson è emblematico dell’ambiziosa estetica retro-futurista di Newson ed è stato progettato come parte di una serie con sedia Orgone, sedia Orgone Stretch e sedia Alufelt (1993). Il tavolo è stato prodotto per Ikepod (noto anche come Pod), l’innovativa compagnia di orologi di Newson e Oliver Ike. L’interno in alluminio e smaltato del tavolo sembra assumere un senso di movimento quasi realistico, con superfici duttili e bordi curvilinei che confondono i confini tra l’oggetto e lo spazio circostante. Come un motore a reazione, gli angoli smussati della transizione del tavolo Event Horizon senza sforzo in spazi interni altrettanto convincenti, con l’incandescente nucleo rosso smalto del pezzo che sembra fluire e diminuire come il plasma. Per ottenere questo effetto elegante e spaziale, Newson doveva restituire le tecnologie aeronautiche che da lungo tempo lo avevano ispirato, utilizzando una fabbrica di aerei in Francia prima di stabilirsi definitivamente in un subappaltatore Aston Martin nel Buckinghamshire, al fine di ottenere fluidità e continuità fluida del pezzo.

Infine, una selezione di venti opere della collezione di artigianato e design di Diane e Marc Grainer. Collezionisti lungimiranti e di lunga data, i Grainers iniziarono ad acquisire opere alla fine degli anni ’70, concentrandosi sulla messa in sicurezza dei migliori esempi di ogni artista. Le opere di questa collezione che verranno offerte a giugno includono maestri del design come Judy Kensley McKie e rinomati ceramisti come Lucie Rie e Gordon Baldwin, e ceramisti offerti per la prima volta da Phillips, tra cui John Ward, Richard Shaw e Lawson Oyekan. Questi lavori offrono una panoramica completa delle ceramiche britanniche da studio, nonché dei mobili artigianali e da studio americani.

Immagine di copertina, set di sedie di Carlo Mollino, Torino

Written by

Marika Lion, curatrice del magazine FIRST Arte. Specialista di arte XIX, XX secolo, contemporanea e mercato dell’arte. Opera nel settore dell’Art Heritage Management e nello specifico in area patrimoniale, collezionista e curatore di mostre d’arte. Docente universitario in Economia dell’Arte, Marketing e Comunicazione degli eventi culturali e strategie di comunicazione per la valorizzazione e promozione di patrimoni artistico culturali. Autore di libri e responsabile di collane editoriali dedicate all’arte.

No comments

LEAVE A COMMENT