6 July, 2020
 

Fotografia: Dorothea Lange, Imogen Cunningham, Lillian Bassman e altre protagoniste

Artist | Icon | Ispiration: Women in Photography, è il titolo dell’asta di fotografia di Phillips insieme con il gallerista e collezionista Peter Fetterman che esplorerà il ruolo delle donne come artisti, soggetti e innovatori. Le fotografie presenti nella vendita, il cui titolo comprende tre principali concetti intersecanti e sovrapposti dell’asta, metteranno in risalto e celebreranno ogni aspetto del coinvolgimento storico e continuo delle donne nella fotografia.

Vanessa Hallett, vicepresidente delle Americhe e responsabile mondiale di Phillips per il dipartimento di fotografia, ha dichiarato: “Le donne hanno svolto un ruolo centrale nella fotografia nella storia del mezzo. Hanno plasmato la traiettoria e lo sviluppo di questa forma d’arte attraverso la loro partecipazione come creatori e fonti di ispirazione. Questa asta celebrerà i vari ruoli che hanno interpretato offrendo opere d’arte create attraverso le lenti di donne come Dorothea Lange, Imogen Cunningham e Lillian Bassman accanto a ritratti di donne che continuano a ispirarci oggi, come Rosa Parks, Ruth Bader Ginsburg e Jackie Kennedy “.

Peter Fetterman ha dichiarato: “Molte delle opere in questa asta affrontano questioni che sono rilevanti oggi come il giorno in cui sono state create. La prospettiva femminile vissuta in queste potenti immagini si aggiunge al dialogo sulle questioni urgenti che tutti affrontiamo in questi tempi “.

A guidare l’asta è la Migrant Mother di Dorothea Lange, Nipomo, in California. Oltre ad essere una delle immagini più iconiche del 20 ° secolo, questa stampa ha una provenienza particolarmente interessante, venendo all’asta dalla famiglia del fotografo William Heick. Heick era un fotografo della West Coast il cui lavoro è diventato parte di collezioni permanenti presso istituzioni negli Stati Uniti. Dopo la seconda guerra mondiale, Heick ha studiato alla Scuola di Belle Arti della California (CSFA), diventando vicino a Dorothea Lange e Imogen Cunningham, che hanno portato il giovane artista sotto la loro ala. La madre migrante offerta in questa vendita fu data a Heick da Lange quando commerciavano opere d’arte. Le offrì una stampa della sua fotografia Clam Digger, 1950, e in cambio gli diede la stampa in offerta, un’immagine che sarebbe venuta a definire la sua carriera. Il lotto è accompagnato da una lettera e una cartolina da Lange a Heick.

Artist: L’asta presenta donne fotografe di tutte le epoche, dimostrando il loro ruolo cruciale nello sviluppo tecnico e estetico della fotografia. Phillips ha fotografato donne emergenti da lungo tempo, introducendo artisti come Alex Prager e Lalla Essaydi sul mercato secondario. Prager’s Ellen è tra le opere contemporanee da presentare, insieme a Bullet Revisted # 3 di Essaydi. Altre opere di fotografi donne includono The Unmade Bed di Imogen Cunningham, 1957, My Ewen’s Bride di Julia Margaret Cameron, 1869, Autoritratto di Alma Lavenson, 1932, e Les Petites Dalles di Martine Franck, Normandia, 1973.

Icon: Sono incluse le fotografie di donne che, attraverso le loro realizzazioni in molte sfere dello sforzo umano, sono diventate icone. Tra le opere di ritrattistica dell’asta ci sono Ruth Bader Ginsburg di Michael O’Neill, 1998, Rosa Parks di Bob Adelman, March on Washington, agosto 1963 e Coco Chanel di Horst P. Horst, II, Parigi, 1937.

Ispiration: Le donne – sia dietro la cinepresa che di fronte – hanno ispirato la grande fotografia attraverso la storia del mezzo. Le fotografie in asta, di donne e uomini, mettono in evidenza queste figure e celebrano ogni aspetto del ruolo delle donne nella fotografia.

Immagine di copertina: ALEX PRAGER Ellen, 2007

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT