9 August, 2020
 

Fotografia e la “Black American” del Johnson Publishing Company

Fondata nel 1942, la Johnson Publishing di Chicago ha raccontato le vite dei neri americani per più di sette decenni attraverso le riviste Ebony e Jet. Il lavoro di Gates, composto probabilmente dal più importante archivio della cultura visiva del Black American nel XX secolo, ricontestualizza e rende nuovamente visibili queste immagini e le loro storie. La presentazione di questo nuovo corpus di opere è tratta dalla mostra della Black Madonnadi Gates al Kunstmuseum di Basilea nel 2018, parte del suo più ampio progetto di Black Image Corporation. Come dice Gates, “The Black Image Corporation” e riguarda la proiezione di immagini nel mondo. Il lavoro invita i visitatori a impegnarsi direttamente con queste rappresentazioni ricche e varie raffiguranti le donne nelle loro vite quotidiane, momenti storici e pose in studio.

Presentato in collaborazione con il Lunder Institute for American Art, Facsimile Cabinet of Women Origin Stories ispirerà anche nuove ricerche e produzione creativa del Lunder Institute, visitando studiosi e artisti interessati ad esplorare l’immagine del Black. Nel corso dell’esposizione, ospiti locali, nazionali e internazionali provenienti da una vasta gamma di discipline (inclusi archivisti, studiosi legali, antropologi e bibliotecari, ma anche artisti visivi, registi, scrittori e storici dell’arte) saranno invitati a trascorrere del tempo con il pezzo e riflettere sul suo significato attraverso la lente della loro particolare area di competenza. Il Lunder Institute renderà disponibile il lavoro risultante da questi incontri attraverso una serie di pubblicazioni digitali e cartacee.

Theaster Gates (1973, Chicago) è Distinguished Visiting Artist e Director of Artist Initiatives presso il Lunder Institute for American Art. Gates ha esposto ampiamente, anche in mostre collettive come la Whitney Biennial, New York (2010); dOCUMENTA (13), Kassel (2012); The Spirit of Utopia a Whitechapel, Londra (2013); e The Studio Museum di Harlem’s When Stars Collide (2014). Le mostre personali includono To Speculate Darkly: Theater Gates e Dave, the Slave Potter al Milwaukee Art Museum (2010), al Seattle Art Museum (2011) e MCA Chicago (2013); La residenza monastica nera al Museu Serralves, Porto (2014); In the Tower: Theaster Gates: The Minor Arts alla National Gallery of Art, Washington, DC (2017); Black Madonna at Kunstmuseum Basel (2018); e The Black Image Corporation presso Fondazione Prada, Milano (2018). Nel 2013, Gates ha ricevuto l’inaugurale Vera List Center Prize for Art and Politics. Da allora ha vinto il premio Artes Mundi 6 (2015) e il Premio Nasher (2018). Gates è anche il fondatore della Rebuild Foundation no-profit.

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT