30 March, 2020
 

Le donne di Picasso: da Fernande a Jacqueline

Nei primi anni ’60, Richardson stava progettando di scrivere uno studio sui ritratti di Picasso e trascorreva ore con l’artista, studiando le riproduzioni delle sue opere. Come Picasso ha parlato della complessità del suo pensiero pittorico, sottolineando, per esempio, che un ritratto di Dora Maar potrebbe contenere anche elementi riferiti alla sua romantica predecessora Marie-Thérèse Walter, e il suo successore Françoise Gilot-Richardson ha cominciato a credere che un dettaglio il trattamento biografico del ritratto di Picasso avrebbe colmato un notevole divario nella borsa di studio di Picasso. Decenni dopo si sedeva per scrivere quella che sarebbe diventata la monumentale biografia multivolume, A Life of Picasso.

Maar una volta disse a Richardson che quando una nuova donna entrò nella vita di Picasso, tutto cambiò: l’arte, la casa, la poesia, persino il cane. Eppure, l’osservazione di Maar è un po ‘fuorviante, perché nell’era di ogni successiva musa, Picasso non ha mai optato per uno stile singolare. Piuttosto, nel penetrare l’immaginazione di Picasso, ogni donna fungeva da catalizzatore per esperimenti di colore e forma che continuavano a cambiare man mano che i contorni della relazione si spostavano. È attraverso questo processo che il lavoro di Picasso è stato costantemente reinventato e rinnovato.

Picasso era eclettico nella sua scelta di musa come lo era nello stile: la bohémien Fernande Olivier; la disciplinata Olga Khokhlova; bionda Venus Marie-Thérèse; artisti appassionati Dora e Françoise; Sylvette David, la giovane donna con una coda alta; e Jacqueline Roque, la devota, romantica bellezza. I ritratti di queste donne di Picasso esprimono intuizioni psicologiche, così come il dramma che solo un’intimità profonda può rivelare. Dipinge ciascuno, come sostiene Leo Steinberg, non come si presenta al mondo, ma come si sente dentro. Queste donne invocano poesia, bellezza, guerra e povertà, rispecchiando ingegnosamente lo spirito e la realtà dei tempi che cambiano. Non solo mute muse, Fernande e Françoise hanno pubblicato memorie; Olga e Marie-Thérèse conservarono vasti archivi di fotografie e lettere per decenni; Dora ha rilasciato interviste ai ricercatori e ha documentato il lavoro di Picasso e la vita privata nelle fotografie. Le donne di Picasso sono essenziali per la nostra comprensione dell’artista e della sua opera in quanto sono state strumentali nella sua vita creativa.

Ma chi era Sir John Patrick Richardson?

Uno storico dell’arte britannico e biografo di Picasso, è nato a Londra nel 1924 ed è morto a New York nel 2019. Dal 1951 al 1962 ha vissuto in Provenza, in Francia, dove è diventato amico intimo di Picasso e della sua famiglia. Il multivolume di Richardson A Life of Picasso (1991-) fu il risultato di questa amicizia. Richardson organizzò sei importanti mostre del lavoro di Picasso a Gagosian. Ha collaborato con la New York Review of Books, New Yorker, Burlington Magazine e Vanity Fair, ed è autore di The Sorcerer’s Apprentice: Picasso, Provence e Douglas Cooper (1999) e Sacred Monsters, Sacred Masters (2001) . Nel 1993, Richardson è stato eletto all’Accademia britannica, e nel 1995 è stato nominato Slade Professor of Art ad Oxford. Nel 2011, è stato nominato ufficiale dell’Ordine delle Arti e delle Lettere francesi in riconoscimento del suo contributo alla promozione delle arti in Francia e in tutto il mondo. Nel 2012 è stato nominato Cavaliere Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico (KBE) per i servizi all’arte.

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT