6 July, 2020
 

Londra, Christie’s e Ambasciata Italiana riportano in Italia otto opere d’arte

Le opere, che erano stati acquisiti in passato in buona fede, sono stati identificati più recentemente come non aventi il ​​titolo richiesto. Non potendo verificare i dati di esportazione o di provenienza necessari per procedere con una vendita e in quanto tali sono stati restituiti volontariamente.

“Il nostro obiettivo principale oggi è restituire questi oggetti e aumentare la consapevolezza di quanto sia vitale avere accesso a tutte le informazioni per continuare a garantire che sul mercato vengano offerte solo opere legittime. La ricerca e la sua pubblicazione sono una parte vitale del nostro lavoro “, ha affermato Stephen Brooks, Vice Direttore Generale di Christie’s. “Come custodi dell’arte che passa attraverso le nostre porte, abbiamo il dovere di ricercare attentamente l’arte e gli oggetti che gestiamo e vendiamo. C’è un mercato consolidato e onorevole nelle arti del mondo antico. I nostri processi di due diligence fanno pieno uso della ricerca attuale e disponibile e continuiamo a lavorare a stretto contatto con organizzazioni, autorità e database di perdita d’arte per garantire che abbiamo titolo e provenienza verificabili. “

Christie’s è pienamente impegnata nell’eliminazione di qualsiasi commercio moderno di antichità illecite. In linea con la politica aziendale, se un oggetto viene identificato e confermato come non avente i dati di esportazione o di provenienza corretti, Christie’s lavora con tutte le parti e le autorità per cercare di facilitare una soluzione per tale lavoro, inclusa in alcuni casi la restituzione del pezzo. Resta molto insolito che i lavori vengano ritirati dal processo di vendita, rappresentando meno dello 0,8% delle centinaia di articoli offerti.

“Vorremmo ringraziare tutte le parti coinvolte. Siamo onorati della presenza odierna del Sig. Alberto Bonisoli, Ministro della Cultura e vorremmo ringraziare il Signor Raffaele Trombetta, l’Ambasciatore d’Italia, per il suo sostegno a questo progetto. Con una cooperazione futura ancora più stretta, speriamo di assicurare che la ricerca richiesta avvenga prima della pubblicazione del catalogo per continuare a garantire che vengano offerti solo oggetti legittimi nelle nostre aste “, ha concluso Brooks.

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT