27 January, 2021
 

Londra, in asta il dipinto “Scene at Marrakech” di Winston Churchill

Il prossimo 1 marzo 2021 andrà in asta da Christie’s Londra un dipinto di Sir Winston Churchill dal titolo “Scene at Marrakech” (circa 1935, stima: £ 300.000-500.000). Il dipinto è stato un regalo di Churchill al feldmaresciallo Bernard Law Montgomery, uno dei i generali più illustri della seconda guerra mondiale che hanno svolto un ruolo fondamentale nella ritirata dalla battaglia di Dunkerque, che ha salvato molte vite alleate. Montgomery è stato determinante nella tattica che ha consegnato una vittoria finale per le forze alleate nel 1945. Il dipinto è rimasto con la famiglia Montgomery da quando è stato donato da Churchill e viene offerto all’asta per la prima volta. Sir John Lavery, tutore di pittura di Churchill, fu uno dei tanti amici che incoraggiarono Churchill a visitare il Marocco e il suo primo viaggio nel paese fu nel 1935, dove fu ispirato dal calore e dalla qualità della luce che l’ambiente offriva. Scene at Marrakech è una delle opere più compiute di Churchill su questo argomento, raccogliendo l’intensità cromatica della calda sabbia del deserto, che contrasta armoniosamente con il flusso blu in primo piano. I verdi vividi della vegetazione sullo sfondo portano anche colore, vita ed energia al paesaggio altrimenti tipicamente scarso di questa scena in Marocco.

Nick Orchard, capo del dipartimento, arte moderna britannica, Christie’s dichiara : “Il dono di Sir Winston Churchill del suo dipinto, Scene at Marrakech, al feldmaresciallo Montgomery simboleggia il profondo rispetto e l’amicizia che il Primo Ministro ha per il suo generale; un uomo che guidava l’esercito britannico e fu la chiave per la vittoria delle forze alleate nella seconda guerra mondiale. Artista affermato e celebre figura politica, l’opera è tra i migliori dipinti eseguiti da Churchill negli anni ’30. È un onore per Christie’s offrire Scene a Marrakech come momento clou della nostra svendita serale di arte moderna britannica e non vediamo l’ora di esporre pubblicamente il lavoro per la prima volta nella sua storia a febbraio e marzo 2021 “.

Nel 1942, il primo ministro Winston Churchill nominò Bernard Montgomery comandante dell’8a armata nel deserto occidentale. Le truppe avevano perso la guerra contro il generale tedesco Erwin Rommel, ed erano state respinte in Egitto. Sebbene il morale stesse vacillando, Montgomery ispirò le sue truppe a vittorie successive, guidando Rommel fuori dall’Egitto dopo la battaglia di Alamein nel novembre 1942. Churchill onorò questa vittoria suonando le campane dell’Abbazia di Westminster il 15 novembre 1942, la prima volta che le campane furono suonate dall’inizio della guerra poiché la loro destinazione era quella di segnalare un’invasione. Montgomery quindi inseguì le forze tedesche attraverso il Nord Africa fino alla loro resa finale in Tunisia nel 1943. Montgomery tornò quindi in Inghilterra per comandare il 21 ° Gruppo d’armate, le forze di terra per l’invasione della Normandia. Le invasioni iniziarono il D Day, 6 giugno 1944, e Montgomery guidò le sue forze attraverso la Francia settentrionale, il Belgio, i Paesi Bassi e la Germania settentrionale, ricevendo infine la resa delle forze tedesche il 4 maggio 1945, nella brughiera di Lüneburg.

Written by

Marika Lion, curatrice del magazine FIRST Arte. Specialista di arte XIX, XX secolo, contemporanea e fotografia. Opera nel settore del Cultural Heritage Management e nello specifico in area patrimoniale. Collezionista e curatore di mostre d’arte. Docente universitario in Economia dell’Arte, Marketing degli eventi culturali e strategie di comunicazione per la valorizzazione e promozione di patrimoni artistico culturali. Autore di libri e responsabile di collane editoriali dedicate all’arte. Fotografo di Still-Life e Portraits.

No comments

LEAVE A COMMENT