6 July, 2020
 

LOVE di Robert Indiana in asta il prossimo 6 marzo da Sotheby’s

Due serie di gigantesche lettere di alluminio ammucchiate l’una sull’altra, il loro colore è il rosso della passione e del desiderio, insieme formano la parola: LOVE.

Un esemplare di LOVE andrà in asta da Sotheby’s il prossimo 6 marzo a Londra con una stima di 608.244 – 829.424 EUR

L’opera è timbrata con la firma dell’artista, datato 1966-2000 e numerato AP 2/4 sul lato sinistro, alluminio verniciato (183 per 183 per 91,5 cm). Concepito nel 1966 ed eseguito nel 2000, questo lavoro è il numero 2 di 4 prove d’artista, a parte un’edizione di 6.

Immediatamente riconoscibile, LOVE di Robert Indiana è al tempo stesso esemplare dell’opera dell’artista e un’icona della Pop Art.

Nonostante la sua riluttanza a essere considerato un membro fondatore della Pop Art, il talento di Indiana per tradurre il pensiero teorico in una forma scultorea che lo contraddistingue è uno dei più riconosciuti artisti del genere. Cresciuto spostandosi da una città all’altra fin da ragazzo, Indiana passò molto tempo sulla strada con una famiglia da definire pseudo nomade. I segnali stradali delle autostrade erano compagni e fonti di ispirazione. Egli attribuì ai segni una peculiare ambiente culturale degli Stati Uniti, l’Indiana così disse un giorno: “In Europa gli alberi crescono ovunque; in America, i segni crescono come alberi; i segni sono più comuni degli alberi “(Robert Indiana ha citato in: Joachim Pissarro,” Signs into art “, in: Simon Salama-Caro e altri, Robert Indiana, New York 2006, pagina 59).

La forma fisica della scultura, semplice ma anche sorprendente rappresenta la rivolta della Pop Art contro il soffocante accademismo dell’Espressionismo astratto di Greenberg. Mentre gli artisti di Greenberg si rifugiavano all’età del salone e delle accademie parigine, artisti del calibro di Indiana, Warhol e Lichtenstein abbracciavano la logica industriale della linea di produzione della cultura commerciale dei consumatori di massa. L’opera LOVE In origine era stata pensata per una cartolina natalizia del Museum of Modern Art e fu più volte ripensata da Indiana per diventare questa famosa forma scultorea nel 1970 presso l’Indianapolis Museum of Art. Da allora altre sculture in una carrellata di colori e materiali sono apparse nei musei e nei centri città di tutto il mondo: i segnali stradali della gioventù dell’Indiana, LOVE deve essere così letto e interpretato da tutti.
Le sculture LOVE di Indiana si ergono come santuari per le conquiste del nostro mondo contemporaneo, ricordandoci i nostri legami reciproci, nonostante le differenze in politica, sessualità e religione.

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT