28 November, 2020
 

Modigliani, venduto per 157,2 milioni il grande nudo

Nu couché non è solo il più grande lavoro della carriera di Amedeo Modigliani e il suo più grande nudo – particolarmente sensuale – è ora anche l’opera più preziosa mai venduta a Sotheby’s, aggiudicata per $ 157, 2 milioni durante l’asta dedicata all’arte impressionista e moderna tenutasi ieri, 14 maggio. L’opera fu precedentemente acquistata nel 2003 per $ 26,9 milioni.

Altre opere hanno fatto risultati eccezionali, nel 2010, il dipinto a olio di Modigliani Nu Assis Sur Un Divan (La Belle Romaine) del 1917 fu venduto a Sotheby’s New York per $ 69 milioni. Nel 2014 la sua scultura Tête 1911 – 12 raggiunse $ 70,7 milioni a Sotheby’s New York.

Dipinto un secolo fa, Nu couché (sur le côté gauche) fu esposto per la prima volta nel 1917, e per la sua “nudità” fu ritirato dalla polizia. Oggi, la serie di nudi è riconosciuta come uno dei risultati fondamentali nella pittura moderna.

Oltre ad essere il miglior esempio della serie, Nu couché (sur le côté gauche) si distingue ulteriormente come il più grande dipinto di tutta l’opera di Modigliani – che misura quasi 147 centimetri di diametro – ed l’unico dei suoi nudi orizzontali a contiene l’intera figura all’interno della tela. La maggior parte dei 22 nudi della serie si trovano nei musei, con particolare negli Stati Uniti: il Solomon R. Guggenheim Museum, il Museum of Modern Art e il Metropolitan Museum of Art di New York che contengono ciascuno tre esempi. Al di fuori degli Stati Uniti, le istituzioni con nudi, includono anche il Long Museum di Shanghai e la Courtauld Gallery di Londra.

Modigliani appartiene insieme a Picasso e Leonardo Da Vinci al quei tre soli artisti capaci di rompere la barriera da $ 150 milioni all’asta.

Share Post
Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT