22 October, 2020
 

Patek Philippe: “quattro rari orologi” in asta a Ginevra

Phillips in associazione con Bacs & Russo annuncia la vendita di quattro orologi eccezionali della collezione privata del signor Jean-Claude Biver, che saranno offerti in vendita durante l’asta di orologi di Ginevra a maggio 2020 all’Hôtel la Reserve, Ginevra.

Jean-Claude Biver, presidente non esecutivo LVMH Group Watch Division, ha dichiarato: “La bellezza del collezionare arte è che ti collega all’eternità. Sono orgoglioso, oggi, attraverso la vendita di questi pezzi eccezionali che sono in grado di condividere un pezzo della mia eternità. “

La rarità di questi orologi, condizione e rilevanza sono un tributo al gusto e alla borsa di studio immacolati di Jean-Claude Biver. Un collezionista nel cuore, la sua collezione e i suoi gusti sono in continua evoluzione, quindi il suo desiderio di trasmettere questi orologi dopo oltre un decennio di proprietà. Jean-Claude è più che un titano del settore, ha cambiato il volto dell’orologeria come lo conosciamo oggi. La sua conoscenza dell’orologeria classica gli ha permesso di essere sempre un passo avanti e i quattro orologi che abbiamo l’onore di presentare nella nostra asta di Ginevra sono pietre miliari nella storia dell’orologeria.

Questa selezione di quattro orologi Patek Philippe sono definiti in base alla loro rilevanza storica, al superbo stato di conservazione e alla rarità. Loro includono:

Un impressionante riferimento mondiale 96HU dal 1937

Ogni marchio può presentare almeno un modello di orologio che, a causa del suo linguaggio stilistico o di qualche complicazione specifica e / o insolita, può essere considerato l’incarnazione della filosofia dell’azienda. Quando si tratta di Patek Philippe, la complicazione mondiale è indiscutibilmente uno dei “tratti distintivi” del marchio. Questo non perché Patek Philippe abbia una sorta di monopolio su questa complicazione; al contrario, molti orologi contemporanei e vintage sfoggiano questa caratteristica. Tuttavia, nessun orologio mondiale di altri marchi ha mai suscitato sentimenti così forti nella comunità del collezionismo.

Patek Philippe ha presentato il suo primo orologio da polso mondiale creato in serie nel 1939 con riferimento al 1415, ma aveva creato alcune pre serie e versioni prototipo negli anni precedenti. Il presente riferimento 96 è in effetti uno di questi ultra-rari prototipi di pre-serie di cui solo due sono noti, realizzati nel 1937 per testare molto probabilmente il mercato, rendendolo non solo un orologio storicamente significativo ma anche uno dei tempi più rari del mondo modelli mai realizzati da Patek Philippe. Sconosciuto al mercato, è apparso per la prima volta nel 2011 quando è stato acquistato da Mr. Biver. L’altro esempio è nel Museo Patek Philippe di Ginevra.

  • Stima di CHF 300.000 – 600.000

Referenza 1518 in oro rosa con quadrante rosa ancora più raro del 1948

Modello monumentale, il riferimento 1518 fu il primo orologio da polso cronografo a calendario perpetuo mai prodotto in serie quando fu introdotto nel 1941. Secondo la ricerca, solo 281 esempi furono fabbricati fino a quando il riferimento cessò la produzione con una maggioranza realizzata in oro giallo. Il 1518 di riferimento in oro rosa era spesso dotato di un quadrante argentato. Solo in rare occasioni erano dotati di quadranti rosa. Questa variante è così rara che solo 13 esempi di riferimento 1518 sono noti con un quadrante rosa, rendendolo uno dei più esclusivi complicati orologi da polso Patek Philippe che un collezionista può acquisire. L’orologio attuale appare sul mercato solo per la seconda volta, il signor Biver è il secondo proprietario da quando è nuovo.

  • Stima di CHF 1.200.000 – 2.400.000

Una seconda serie di riferimento 2499 incredibilmente rara e ben conservata del 1957

Lanciato nel 1951, il riferimento 2499 fu il diretto successore del riferimento 1518 e venne fornito con pulsanti rotondi più sportivi e una cassa più grande da 37,5 mm. La seconda serie, come l’attuale orologio, è stata offerta con numeri arabi o manganelli applicati e con una scala tachimetrica. Il riferimento della seconda serie 2499 è così raro che pochissimi esempi hanno abbellito il mercato internazionale delle aste, e infatti sono noti solo 20 esempi in oro giallo con bastoncini applicati, come il presente esempio,

  • Stima CHF 1’000’000 – 2’000’000

Uno dei soli 3 noti platino Riferimento 1579 del 1946

Questo riferimento del 1579 incredibilmente attraente e ben conservato è uno dei soli tre cronografi Patek Philippe vintage con cassa in platino. Non è noto il motivo per cui Patek Philippe abbia deciso di utilizzare il platino per questo riferimento e solo per tre orologi, ma è interessante notare che i tre orologi hanno numeri di serie consecutivi e quadranti diversi, rendendo ogni pezzo unico. Il presente orologio è l’ultimo dei tre realizzati e si differenzia dagli altri due con la sua scala e marcatori in blu, dando all’orologio un fascino modernista incredibilmente vivido.

  • Stima CHF 800’000 – 1’600’000
Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT