30 September, 2020
 

Paul Cézanne dalla Collezione Edsel & Eleanor House in asta Christie’s il 6 ottobre

A guidare la vendita serale di arte del 20 ° e 21 ° secolo di Christie’s il 6 ottobre è Nature morte avec pot au lait, melon et sucrier di Paul Cézanne, datato 1900-1906 (nella regione di $ 25 milioni), una natura morta ad acquerello superlativa dalla collezione di Edsel & Eleanor Ford House, Grosse Pointe Shores, Michigan, che è stata acquisita da Edsel Ford nel 1933. Questo capolavoro, presentato per la prima volta al MoMA di New York nel 1929, sarà il momento clou del nuovo ottobre annunciato da Christie aste di tendoni di arte del XX e XXI secolo a New York (vedi annuncio correlato). Un tour globale dell’opera inizia all’inizio di settembre, con visioni su appuntamento da Christie’s Hong Kong dall’1 al 4 settembre e da Christie’s London dal 9 all’11 settembre.

Le composizioni che Paul Cézanne creò ad acquerello dopo il 1900, fino alla sua morte sei anni dopo, furono il culmine del suo studio della pittura per tutta la vita e costituiscono la fioritura finale della sua arte. In piedi sull’orlo dell’astrazione, queste opere rappresentano il corpo di lavoro più rivoluzionario di Cézanne. Nature morte avec pot au lait, melon et sucrier è l’apogeo del lavoro di Cézanne ad acquerello e un momento determinante nell’inizio dell’Arte Moderna come la conosciamo ora.

La storia della proprietà di questa immagine è adeguatamente distinta; dal leggendario mercante Ambroise Vollard ad Alexandre Berthier, il quarto e ultimo principe di Wagram, ucciso nella prima guerra mondiale, l’acquerello arrivò in America nel 1929 e nel 1933 entrò nella stimata collezione di famiglia assemblata da Edsel ed Eleanor Ford . Nature morte avec pot au lait, melon et sucrier è il miglior acquerello dell’artista messo all’asta in quasi quarant’anni.

È giusto che questo dipinto rivoluzionario sia stato acquisito dalla famiglia Ford, che rappresenta l’apice dell’innovazione americana. Edsel Ford era l’unico figlio di Henry Ford, l’industriale americano e fondatore della Ford Motor Company. Il dipinto occupò la collezione di Edsel ed Eleanor Ford fino alla morte di Eleanor nel 1976, quando fu lasciato in eredità alla fondazione operativa privata che sarebbe diventata Edsel & Eleanor Ford House. La famiglia Ford e la loro tenuta catturano il fascino delle persone ovunque per quasi 100 anni. Situato sulla sponda occidentale del lago St. Clair, 15 miglia a nord-est di Detroit, “Gaukler Pointe” è un esempio eccezionale e ben conservato dell’era delle case di campagna americane. La casa dei Ford a Grosse Pointe Shores rappresenta oggi un ottimo esempio ed è il risultato della collaborazione creativa tra il famoso architetto paesaggista Jens Jensen, il celebre architetto Albert Kahn e Edsel ed Eleanor Ford.

Gaukler Pointe rimase una residenza privata fino al 1976, quando morì Eleanor Ford. Era il suo esplicito desiderio che la tenuta della sua famiglia fosse preservata per il futuro e aperta a beneficio della comunità, con la conseguente formazione di una fondazione e l’apertura al pubblico della proprietà nel 1978. Ford House, come divenne noto, divenne saldamente affermata come importante meta turistica e luogo d’orgoglio. Nel 2016, Ford House è diventata un monumento storico nazionale, conferendo un grande onore alla tenuta. La tenuta e i giardini sono aperti al pubblico per eventi, passeggiate ed escursioni. I proventi della vendita verranno utilizzati per sostenere la dotazione di Ford House, consentendo al Consiglio di fondazione di garantire la conservazione, il restauro e la cura della tenuta del National Historic Landmark.

Cézanne e l’impressionismo

La messa in scena di Nature morte “avec pot au lait, melon et sucrier” è quella di un servizio da tavolo, da caffè o da tè, forse dalla colazione: Cézanne preferiva la luce brillante e crescente delle ore mattutine in cui lavorare. Dispose una teiera blu smaltata, una caraffa bianca per il latte e una zuccheriera in porcellana su una tovaglia bianca bordata nel classico stile francese con una singola striscia rossa. Per quanto umili e ordinari siano questi elementi componenti, tuttavia si combinano per offrire una gioia per gli occhi in forme e colori vari e contrastanti. Gli oggetti principali di questa composizione sono tuttavia i frutti: un’anguria verde non tagliata, simile a un globo, leggermente distante e fuori centro all’interno della composizione, ma ancora il sito centrale del fuoco visivo e il punto di fuga nella prospettiva compositiva dell’immagine.

Durante questa fase tarda del suo lavoro, Cézanne stava riallineando il suo approccio più strettamente ai principi dell’impressionismo, che contenevano – all’interno di quella rivelazione fondamentale e radicale che l’artista avrebbe dovuto dipingere le sue sensazioni prima del motivo – il seme e l’impeto di un più visione trascendente della natura, come Monet aveva cominciato ad esprimere nei suoi dipinti di ninfee giardino acquatico durante i primi anni del nuovo secolo.

Proprietà della casa Edsel & Eleanor Ford, Paul Cézanne, Nature morte avec pot au lait, melon et sucrier, acquerello su matita su carta, dipinto nel 1900-1906. Nella regione di $ 25 milioni

“Sto procedendo molto lentamente”, scrisse Cézanne al giovane pittore Émile Bernard nel maggio 1904. “La natura mi appare molto complessa e i miglioramenti da apportare non finiscono mai. Bisogna vedere chiaramente il proprio modello e sentirlo esattamente giusto, quindi esprimersi con distinzione e forza “. Tali erano i mezzi esemplari che Cézanne lasciò in eredità ai suoi contemporanei più giovani. “Matisse e i Fauves, gli espressionisti ei cubisti”, scrisse Clement Greenberg nel 1951, “ripresero tutti da dove Cézanne – e Gauguin e Van Gogh – si erano interrotti, e il risultato finale è stato la pittura astratta, che è la pittura più piatta arte che abbiamo mai visto in Occidente. “

Share Post
Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT