1 October, 2020
 

Pirelli e “Il libro possibile” di Polignano a Mare

Alimentare il dialogo tra impresa e cultura, comprendere e interpretare la contemporaneità, arricchire e rappresentare i valori del brand. Con questi obiettivi Pirelli sostiene per il primo anno, in qualità di ‘main sponsor’, il Festival “Il libro possibile” 2018 di Polignano a Mare, kermesse culturale giunta alla sua 17esima edizione e che quest’anno si svolgerà dal 4 al 7 Luglio nel noto centro pugliese. Pirelli – che ha visto nel Festival un esempio riuscito di come la cultura sia in grado di coinvolgere e appassionare un pubblico ampio, trasformando la città in un luogo di confronto e dibattito – sosterrà l’evento anche attraverso una partecipazione attiva ai suoi appuntamenti. Giovedì 5 luglio, infatti, Marco Tronchetti Provera, vice presidente esecutivo e amministratore delegato di Pirelli, dal palco allestito in Piazza Moro dialogherà con Ferruccio De Bortoli, ex Direttore del Corriere della Sera, oggi presidente della casa editrice Longanesi, su temi legati a impresa e cultura per lo sviluppo. Nella stessa piazza, il giorno seguente,  Antonio Calabrò, direttore della Fondazione Pirelli, presenterà, dialogando con Oscar Farinetti, fondatore e presidente di Eataly, Il “Canto della Fabbrica”, il volume edito da Mondadori e curato dalla Fondazione Pirelli, che racconta il concerto dell’Orchestra da Camera Italiana nel cuore del Polo Industriale Pirelli di Settimo Torinese, e ospita la voce di intellettuali, musicisti e industriali affiancati da oltre 120 immagini dell’Archivio Storico Pirelli per raccontare i mutamenti della fabbrica contemporanea.

Pirelli sarà presente al Festival anche attraverso alcuni dei più importanti e significativi esempi di attività editoriali realizzate dal Gruppo. Oltre a “Il Canto della fabbrica”, saranno disponibili le altre recenti pubblicazioni curate dalla Fondazione Pirelli “Una musa tra le ruote” e “La Pubblicità con la P maiuscola”, che ripercorrono oltre un secolo di evoluzione di strategie e linguaggi della pubblicità, anche nel passaggio dalla tecnologia analogica a quella digitale, e testimoniano il ruolo d’avanguardia di Pirelli nel campo della comunicazione visiva. A disposizione del pubblico anche il magazine semestrale “World”, che segue l’esperienza della rivista Pirelli. Infine, a disposizione del pubblico, anche l’Annual Report 2017 di Pirelli dal titolo “Data meets passion”, bilancio illustrato che, grazie ai contributi artistici e culturali dell’artista Emiliano Ponzi e dei tre scrittori di fama internazionale Mohsin Hamid, Tom McCarthy e Ted Chiang, ha raccontato la trasformazione digitale dell’azienda affiancandola a cinque storie di artigiani 4.0 che, come Pirelli, hanno saputo cogliere nella trasformazione digitale la chiave per far crescere la propria attività.

Written by

Ha iniziato a lavorare al Giorno nel 1974 per poi passare al Corriere della Sera. Dopo un breve ritorno al Giorno dal 1985 al 2009 è stato al Sole 24 Ore come caporedattore della sezione Finanza e Mercati e poi come inviato

No comments

LEAVE A COMMENT