1 April, 2020
 

TEFAF (Maastricht): chiusura anticipata per Coronavirus

In stretta consultazione con la città di Maastricht, le autorità sanitarie e il MECC Maastricht, TEFAF ha deciso di abbreviare la fiera e di chiudere entro la fine della giornata, l’11 marzo 2020 alle 19:00.

Nota ufficiale: “ Sebbene i consigli sanitari delle autorità nelle immediate vicinanze non siano cambiati, comprendiamo che la situazione nei Paesi Bassi e nei paesi vicini sta cambiando. Abbiamo anche tenuto conto della crescente preoccupazione degli espositori, dei visitatori e del personale e delle crescenti difficoltà relative ai viaggi e ai trasporti”.

Nanne Dekking, presidente del consiglio di fondazione di TEFAF, ha dichiarato: “Dati i recenti sviluppi nelle regioni intorno a Maastricht e le crescenti preoccupazioni, non riteniamo più opportuno proseguire come previsto. Vogliamo ringraziare i nostri espositori, visitatori e personale per la fiducia e il supporto in questa situazione senza precedenti. La comunità TEFAF ha sempre eccelso nel portare la migliore arte del mondo a Maastricht, siamo orgogliosi di aver assistito alla professionalità e all’unione della nostra famiglia TEFAF in queste circostanze eque e senza precedenti. “

Annemarie Penn te Strake, sindaco della città di Maastricht aggiunge: “Sostengo e rispetto questa decisione. Comprendiamo che i disordini stanno crescendo a causa delle circostanze nei paesi di origine e nelle regioni che ci circondano. È giusto che ci sia attenzione a questa preoccupazione. Siamo orgogliosi della nostra pluriennale collaborazione con TEFAF e sappiamo che questo forte legame ci aiuta anche nei momenti difficili ”.

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT

Privacy Preference Center