6 June, 2020
 

Un grande albero di Ernesto Nato alla Fondazione Beyeler

Dal 30 giugno al 29 luglio 2018, la Fondazione Beyeler presenta un’installazione dell’artista brasiliano Ernesto Neto (nato nel 1964 a Rio de Janeiro) nella stazione principale di Zurigo. L’opera monumentale GaiaMotherTree, una scultura fatta di strisce di cotone annodate a mano dai colori vivaci, ricorda un albero alto, che si estende fino al soffitto dell’atrio della stazione, che è alto venti metri. Un programma vario di eventi per adulti e bambini, con musica, workshop, visite guidate e conferenze, si svolgerà all’interno dell’installazione.

Ernesto Neto è uno dei più importanti artisti contemporanei dell’America Latina.  Il suo lavoro dagli anni ’90 è stato caratterizzato dall’uso di materiali e tecniche inusuali. Le sue sculture e installazioni spesso presentano forme biomorfe e materiali organici.

Neto negli ultimi anni Si è avvicinato ad una nuova serie di opere, che sta realizzando la collaborazione con il Huni Kuin, una comunità indigena che vive nella regione amazzonica, vicino al confine con il Perù brasiliano. La cultura e costumi del Huni Kuin, le loro conoscenze e le abilità artigianali, il loro senso estetico, i loro valori, loro visione del mondo, e la loro connessione spirituale con la natura, hanno trasformato la concezione di Neto dell’arte.

L’opera ha alla base dell’albero un ampio spazio dove i visitatori possono soffermarsi e riposare sui sedili disposti in cerchio. Gli elementi a forma di goccia che pendono dai rami sono pieni di spezie aromatiche e foglie secche.

Photo: Niels Fabaek/Kunsten Museum of Modern Art, Aalborg

Written by

FIRST Arte scrive su tutto quello che riguarda la cultura, e l’arte in particolare, con un occhio di riguardo al mercato delle opere d’arte, alle quotazioni, alle aste e agli eventi correlati. Ma anche design, architettura, fotografia, eventi, interviste. Inoltre uno spazio speciale è dedicato al cinema. Ci occupiamo anche delle notizie e degli approfondimenti legati alla dimensione economica dei beni culturali, degli spettacoli, dell’editoria cartacea e digitale legata all’arte. Diamo infine risalto all’industria della cultura in Italia e a livello internazionale.

No comments

LEAVE A COMMENT